venerdì 12 gennaio 2018

"La clinica" di Paolo de Chirico


"Vanessa è una robusta cinquant'enne cinofiba, lavora come infermiera in ospedale dove maltratta i pazienti anziani estorcendo loro denaro. Un sera come tante, verso il finire del turno, il medico di sala le ordina di occuparsi di un paziente differente, un uomo in stato catatonico da diversi anni. La donna sfogherà le propri frustrazioni sull'inerme figura... ma qualcosa sta per cambiare."


La clinica è uno spin off del libro strada senza ritorno, che recensii in passato. Vi metto sia il link della recensione che il link d'acquisto:
RECENSIONE STRADA SENZA RITORNO: https://www.amazon.it/dp/B078TQ59BZ/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1515221548&sr=1-1
LINK ACQUISTO LA CLINICA: https://www.amazon.it/dp/B078TQ59BZ/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1515221548&sr=1-1

Allora, come fa intendere la trama, abbiamo a che fare con un'infermiera con crisi psicotiche che sfoga le sue frustrazioni sui poveri pazienti della clinica dove lavora, a volte estorcendo denaro senza che se ne accorgono. Unico essere verso cui prova emozioni positive è la sua gatta Debby, affettuosamente chiamata "piratessa". Inutile dire che le citazioni alla prima recensione sono molto forti. E faccio un ringraziamento speciale all'autore per avergli ispirato forse l'unico essere normale della storia.

Tutto cambia quando la nostra Vanessa dovrà occuparsi di un paziente in stato catatonico. Un paziente più inquietante degli altri che io chiamerò il comodino quasi sveglio. Già perché non è normale che un comodino ogni tanto ti guardi con la consapevolezza che gli stai toccando le ante. Senza parlare che la nostra psicotica è perseguitata da un cagnaccio che proprio vorrebbe assaggiarle i polpacci.
La clinica è un racconto horror paranormale, che svela finalmente il dubbio sul destino di uno dei personaggi di Strada senza ritorno. Un libro che parla di attualità, soprattutto se si parla di maltrattamenti nelle cliniche.
Dopo aver letto il libro, concorderete con me che la gattina sia l'unico essere sano di mente in tutta questa storia intrisa di violenza e delirio.


(Non so come mai, ho il sospetto che questa splendida micina un po' strabica riserverà grandi sorprese).






















Posta un commento

"Lonely Souls: L'angelo della Morte" di Andrea Romanato

"Kaileena, dopo il funerale di suo zio, si mette sulle tracce dei traditori e di una delle quattro streghe responsabili del Ma...