lunedì 8 gennaio 2018

Lonely Souls: la guerra occulta delle streghe di Andrea Romanato



Miao, ciao a tutti. Benvenuti alla seconda recensione sulla serie di Lonely Souls. La prima la troverete qui: https://elmicioracconta.blogspot.it/2017/10/lonely-souls-le-streghe-di-new-orleans.html?q=lonely+souls
LINK D'ACQUISTO DEL LIBRO: http://amzn.to/2FgKt94

Iniziamo con la trama.

"Nel Quartiere Francese cinque streghe vengono inseguite da alcuni individui. Erik e il suo gruppo riescono a salvarne due in extremis, un uomo e una bambina di undici anni. In seguito si scopre che la bambina, Thessa, è una Matriarca e che qualcuno le dà la caccia. Erik decide di nasconderla temporaneamente nel Quartiere ma, tornando a casa dal secondo rifugio, il gruppo viene ostacolato da una strega in preda al delirio. 
Qualcosa si nasconde dietro a questi eventi che scateneranno una guerra tra congreghe nella città di New Orleans. Sangue e terrore attendono la congrega di Erik ma, soprattutto, dovranno affrontare un nemico mortale quanto imparziale: il destino.".

Iniziamo col dire che lo scrittore è migliorato con lo stile, è meno frettoloso, inoltre l'autore si è focalizzato più su alcuni personaggi secondari, come Joele e Francis, dando loro maggiore spazio.
Ho apprezzato le scene d'azione e l'introduzione a nuove specie di streghe, come quelle "temporali", oltre alle citazioni a Ctulhu e life is strange (in particolare la scena del paradosso rappresentato come un tornado). Alcune scene sono molto enfatiche, alla Tarantino, che possono piacere in base ai gusti. A me personalmente hanno divertito.
Abbiamo finalmente una maggiore analisi sul tema dell'omosessualità, cosa presa con superficialità nel libro.


                            (Dove c'è Ctulhu è sempre un buon inizio per tutti)

Ora iniziamo coi lati negativi. Numero uno: il tema dell'affido è reso in maniera frettolosa. Come fa una coppia omosessuale ottenere un affido di due adolescenti in così breve tempo? Soldi? Incantesimi? Non viene spiegato così come non ci si sofferma sulle difficoltà che può comportare un affido, soprattutto da una coppia di lesbiche.
Seconda nota negativa: la polizia trova dei cadaveri in una scuola. Dopo una settimana la scuola ritorna agibile e gli studenti decidono di fare un party... proprio a scuola. Ma Micio santo, una pattuglia per sorvegliare 'sti ragazzetti no? Non mi meraviglio se poi finisce in un bagno di sangue e portali oscuri.
Terza nota negativa: il padre scopre che Evaline è lesbica (o meglio, in realtà è a Erik che piacciono le donne, ma nessuno lo sa) e ringrazia il cielo che non venga messa incinta da uomini... sembra quasi che pensi che tutti gli uomini siano possibili stupratori o inseminatori compulsivi.

(Eccolo, è lui! Il farabutto che ingravida tutte le donne che vede, il tecnico di impollinazione 9! Fate attenzione a questo inseminatore compulsivo).

In conclusione, Lonely Souls: la guerra oscura delle streghe è migliorato sotto il profilo stilistico e di approfondimento dei temi lasciati nel primo, mostrando che l'autore si è impegnato nel migliorare la propria opera, mentre purtroppo altre ingenuità sono state tralasciate.
Do comunque fiducia alla serie.
Posta un commento

"Lonely Souls: L'angelo della Morte" di Andrea Romanato

"Kaileena, dopo il funerale di suo zio, si mette sulle tracce dei traditori e di una delle quattro streghe responsabili del Ma...